#familylife Silvia

Silvia era destinata alla sala operatoria, dopo l’incontro con il fisioterapista Mattia Gallinaro e grazie al percorso di Recupero Funzionale in acqua è rinata.

Ciao Silvia, raccontaci qualcosa su di te

Ciao sono Silvia, ho 47 anni, 2 figli e sono insegnante di sostegno (mi occupo di bambini con handicap da ben 22 anni). Amo leggere, ma non praticare sport…questa repulsione per l’attività fisica è sorta circa 1 anno fa a causa di un corso di pilates mal gestito (ovviamente in un’altra palestra!), sono stata a letto per ben 3 mesi tra punture di cortisone, infiltrazioni e ozonoterapia.

Come mai ti sei avvicinata al recupero funzionale?

Ho un’ernia espansa che ha invaso il midollo con compressione di entrambi i nervi delle gambe. Fino a qualche mese fa ero praticamente INVALIDA!!

Il neurochirurgo dopo l’ultima risonanza mi aveva programmato l’operazione per Settembre, nel frattempo mi aveva consigliato un pò di attività in piscina. Sono dunque arrivata al LIFE, la consulente Giusy mi ha subito prenotato un colloquio con il fisioterapista Mattia, che dopo aver visto le mie “carte”, mi ha consigliato un percorso di Recupero Funzionale in acqua. Da quel momento è iniziata la mia rinascita.

Che benefici hai notato? 

Sono letteralmente rinata: ho riacquistato la mobilità persa, agilità e tonicità! Non zoppico più, sono finalmente felice anche perchè ho risparmiato un sacco di soldi (tra terapie varie) e molto probabilmente non devo più operarmi.

Cosa apprezzi di più di questo percorso? 

Apprezzo il fatto che siamo seguiti da professionisti, nel mio caso Mattia ed Alessandra  che ti accompagnano nel percorso con grande attenzione e professionalità, inoltre ogni terapista segue al massimo 3 o 4 persone.

A chi consiglieresti il Recupero funzionale in acqua?
A parte alle “nonnine” (ride) lo consiglio davvero a tutti! Fai movimento senza far fatica, inoltre l’acqua tonifica e drena i liquidi…anche mio marito si è accorto.

 

Scopri qui in cosa consiste il recupero funzionale in acqua